Legambiente presenta “La settimana della Bellezza”

bell

Dal 5 al 13 aprile tanti eventi in tutta Italia per raccontare la bellezza del territorio e il meglio del nostro Paese con visite guidate, escursioni, azioni di riqualificazione e di cittadinanza attiva e l’abbattimento dell’ecomostro di Ostuni

Legambiente lancia il “Premio Sterminata Bellezza” per valorizzare esperienze ed idee che guardano al futuro del Paese

È l’Italia che fa ben sperare, è quella che si sforza di non perdere il senso di appartenenza e che ama difendere, creare e valorizzare la sua grande bellezza, orgoglio e simbolo di un Paese tra più amati e visitati al mondo. Ed è questa l’Italia che Legambiente è pronta a far riscoprire e valorizzare con la “Settimana della Bellezza”, in programma dal 5 al 13 aprile in tutta la Penisola. Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa, ideata e organizzata dall’associazione ambientalista, prevede tanti eventi culturali che hanno unito il Nord e Sud del Paese per raccontare le qualità ambientali, culturali e sociali del nostro Paese e far conoscere la bellezza dei luoghi, dell’arte e dei gesti.

Ad unire le città che hanno partecipato alla Settimana della Bellezza, sarà la voglia di fare azioni concrete per vedere il nostro Paese cambiare in meglio come racconta il video Creare Bellezza” di Legambiente realizzato dal gruppo di giornalisti indipendenti di Next New Media visibile su http://youtu.be/3L7DPmT-9vg. Il video raccoglie storie di bellezza, di legalità e tutela del territorio come l’abbattimento dell’ecomostro sulla spiaggia di Scala dei Turchi (AG), in Sicilia; il lavoro di una cooperativa sociale che aiuta i ragazzi disabili con progetti di inclusione sociale a villa “La gloriette”, bene confiscato alla camorra e che si affaccia sul meraviglioso Golfo di Napoli. Ed ancora la storia della riapertura della chiesa di Sant’Aniello Caponapoli, restituita alla città dopo un restauro di 15 anni grazie anche all’aiuto della curia e di Legambiente ed il progetto di recupero del Cinema Airone a Roma. Ma la bellezza non va solo salvaguardata. Per questo Legambiente lancia il “Premio Sterminata Bellezza”, con l’obiettivo di far emergere e valorizzare esperienze e persone che hanno dato vita a nuova bellezza guardando al futuro del nostro Paese.

“Crediamo che la bellezza – dichiara Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente –  sia la chiave per guardare ad un altro futuro, fuori dalla crisi. Legambiente alla capacità dei territori di tutelare e di produrre bellezza, di costruire processi di qualità che migliorano e rilanciano quanto di meglio c’è nel nostro Paese ha dedicato lo scorso anno una proposta di legge che mira a contrastare quanto di brutto è stato fatto in questi ultimi anni, consumo di suolo, abusivismo, degrado delle periferie e a valorizzare i punti di forza come beni culturali, paesaggio, comunità. Ci auguriamo che le proposte di legge presentate da alcuni parlamentari e ispirate alla nostra stessa proposta vadano a buon fine per poter ripartire con un altro passo e lasciarci alle spalle un modello di sviluppo che ha consumato i nostri territori senza restituire benessere ambientale e sociale”.

Al Mercato Coperto  di Campobasso, una location che ormai si associa automaticamente a  Legambiente, che non perde occasione per rimettere la vecchia struttura al centro dei pensieri dei campobassani, prefigurandone il recupero per  rivitalizzare le attività sociali e commerciali di tutto il centro cittadino, si è tenuto un flash mob culturale per celebrare la giornata della bellezza anche a Campobasso: gli alunni della seconda classe del  Liceo Musicale G. M. Galanti   hanno eseguito alcuni brani a cappella con la freschezza che solo i ragazzi possono avere; due gruppi  di allievi del Conservatorio :“the rag……sax” (Gianni Di Iorio Sax Soprano – Valentino Addolorato Sax Contralto – Pierluigi Santella Sax Tenore – Annibale Colanieri Sax Baritono e un trio di percussionisti (Marco Molino, Piermarino Spina, Roberto Di Marzo) hanno eseguito, di N.Zivkovic,”Trio per Uno”, lo stesso brano che presenteranno al festival delle percussioni il prossimo 9 maggio per celebrare il ventennale di Emergency nel primo centenario del primo conflitto mondiale.

L’evento ha visto anche una scoppiettante e vivacissima interpretazione di Stefano Sabelli del suo monologo “I Barboni dei Borboni e la paura di volare”, denso di punzecchiature dirette a noi molisani e alla nostra..appunto.. paura di volare; Stefano Sabelli,  noto autore di teatro, regista e attore molisano, che magistralmente sta conducendo la direzione del Teatro del LOTO a Ferrazzano, ha messo generosamente a disposizione della città il suo talento artistico, convinto com’è che la provocazione dell’arte è la chiave che può riavviare cervello e cuore degli uomini e costituirne un’ancora di salvezza. L’architetto Franco Valente, altro volto a noi noto, affabulatore e profondo conoscitore della nostra terra con una carrellata di immagini del Molise nascosto e prezioso ci ha fatto sentire al centro dell’universo e partecipi della storia dell’umanità.

“La musica e le parole di pace e di bellezza e di incitazione alla dignità, hanno permeato le mura scrostate del Mercato Coperto” afferma la presidente Libertucci “in un mix riflessione, gioia e volontà di azione per un’Italia che ci fa ben sperare, che unisce l’arte e l’occupazione, l’economia con la solidarietà, la qualità della vita con il miglioramento ambientale”.“Con l’evento di oggi – continua ancora Libertucci – “abbiamo inteso ringraziare i nostri ragazzi che intraprendono la formazione in campo artistico e musicale perchè essi rappresentano una sorta di drappello di eroi che mette al centro della propria vita l’Arte, ossia quella forma delle attività umane che filtra e trasfigura la realtà, anche dolorosa, restituendoci la nostra umanità”

In occasione della Settimana della bellezza, Legambiente, in collaborazione con Comieco, Symbola, Consiglio nazionale degli architetti presenta il Premio “Sterminata Bellezza”. Il bando, articolato in due sessioni, pubblicato sul sito di Legambiente è rivolto a pubbliche amministrazioni, enti pubblici, fondazioni, imprese no profit, low profit, profit, cittadini italiani e stranieri, in forma singola o associativa, residenti o domiciliati in Italia che abbiamo compiuto i 18 anni di età. C’è tempo per partecipare fino al 30 maggio.

http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/bando_bellezza.pdf

Per vedere il video “Creare Bellezza” di Legambiente realizzato dal gruppo di giornalisti indipendenti di Next New Media: http://youtu.be/3L7DPmT-9vg

Possibly Related Posts:


5.00 avg. rating (95% score) - 1 vote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.