Premio Angelo Vassallo 2014. Vince Castel del Giudice (Is)

017

Un progetto di sviluppo locale realizzato con interventi in ambiti differenti: il “sistema Castel del Giudice” è stato, sin dall’inizio, totalmente orientato alla salvaguardia dell’ambiente e al coinvolgimento dei cittadini.

Nell’arco di 15 anni e grazie alla proficua sinergia tra amministrazione comunale, mondo imprenditoriale e abitanti del piccolo borgo, il piccolo comune di Castel del Giudice ha realizzato una residenza assistenziale per anziani recuperando un antico edificio scolastico in disuso, una azienda agricola biologica creata recuperando terreni incolti e abbandonati, l’albergo diffuso Borgotufi, in via di ultimazione, costruito utilizzando stalle e fienili ormai inutilizzati nell’immediata periferia del borgo. Tutto ciò attivando risorse private e provvidenze regionali attraverso la programmazione regionale dei fondi comunitari, con la creazione di società partecipate dai cittadini e il coinvolgimento attivo delle associazioni territoriali.

Con questa motivazione, che nella nostra sintesi non esprime tutta la complessità del progetto, Legambiente e Anci insieme al Comune di Pollica, Federparchi, Libera, Slowfood, Àvviso Pubblico e in collaborazione con Enel, hanno scelto di consegnare al piccolo comune di Castel del Giudice il premio Angelo Vassallo 2014, riconoscendo nell’esperienza del borgo molisano lo spirito creativo del sindaco cilentano ucciso nel settembre del 2010.

Il premio Vassallo, infatti, vuole valorizzare le buone pratiche e le esperienze migliori realizzate dai Comuni con l’obiettivo di favorire lo sviluppo locale nel rispetto dell’ambiente e all’insegna della trasparenza e della legalità. Il Premio consiste in una targa e nella possibilità per il Comune vincitore di esporre per un anno una riproduzione del Marlin di Pollica (in ricordo di Ernest Hemingway che proprio qui immaginò “Il vecchio e il mare”) e in un audit energetico sostenuto da Enel che permetterà al Comune di migliorare le sue performance sotto il profilo di impatto energetico e climatico.

“L’esperienza di Castel del Giudice – ha dichiarato la direttrice generale di Legambiente Rossella Muroni – rappresenta alla perfezione una pratica virtuosa in grado di contribuire allo sviluppo dell’intero territorio regionale, perché è un ottimo esempio di un’oculata amministrazione delle risorse disponibili e di una progettazione trasparente che ha scelto la compatibilità ambientale non come limite dello sviluppo locale ma come linea guida e suo completamento”.

“Siamo lieti di essere ancora una volta a fianco di Legambiente per portare avanti iniziative volte alla diffusione di buone pratiche ambientali – ha commentato Elia Barbarulo, Responsabile Unità Territoriale Sud e Isole di Enel Green Power – Il progetto realizzato dal comune di Castel del Giudice è in linea con gli obiettivi di sostenibilità e efficienza portati avanti dalla nostra azienda, e dimostra il ruolo centrale dell’impegno condiviso di cittadini, amministrazioni locali e imprese per realizzarli”.

“Il premio – sottolinea Veronica Nicotra, Segretario Generale ANCI – è per noi molto importante perché, oltre ad essere un’occasione per ricordare la luminosa esperienza di Angelo Vassallo, permette di far emergere, con un caso d’eccezione, quanto una buona e oculata amministrazione possa contribuire allo sviluppo civile, sociale ed economico delle nostre comunità, anche in luoghi lontani dai grandi centri”.

“Incoraggiare amministrazioni virtuose e volenterose di piccoli comuni in tutta Italia è il modo più giusto per continuare a far vivere lo spirito di Angelo Vassallo anche oltre i confini del territorio che ha tanto amato – ha dichiarato Stefano Pisani, sindaco di Pollica -. Accanto al nostro impegno quotidiano per governare Pollica nel solco della visione innovativa che fu di Vassallo, siamo orgogliosi di collaborare a far crescere e sostenere in tutta Italia una cultura amministrativa al servizio dello sviluppo della qualità della vita delle piccole comunità nel rispetto delle peculiarità ambientali e territoriali”.

Possibly Related Posts:


0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.