Puliamo il Mondo 2016

Il 23, 24, 25 settembre torna in tutta Italia la grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata da Legambiente in collaborazione con la Rai

 

L’edizione di quest’anno sarà dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere Perché un mondo diverso è possibile solo se lo si costruisce tutti insieme

Tanti gli eventi in tutta Italia: da Torino a Roma passando per Milano, Napoli e Trani, per combattere insieme il degrado e contribuire a spazi urbani più sostenibili, puliti e inclusivi.

In Molise le iniziative di punta sabato a Campobasso con protagonisti i migranti mentre a Tufara domenica azione di rigenerazione urbana con i “volontari civici per il bello”.

 

Puliamo tutti insieme il mondo dai rifiuti, dall’indifferenza, e dalle barriere fisiche, culturali e mentali, per un’Italia davvero sostenibile, aperta al dialogo e alla partecipazione attiva”. È questo il motto della 24esima edizione di Puliamo il Mondo 2016, la grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai e in programma nella Penisola dal 23 al 25 settembre. Anche quest’anno saranno migliaia i volontari, tra cittadini, scuole, amministrazioni, associazioni e comunità straniere, che nella tre giorni di Puliamo il Mondo, armati di guanti e ramazze, ripuliranno dai rifiuti strade, vie, parchi e aree degradate della città, facendo così un gesto concreto a favore dell’ambiente.

La campagna

, che ha ottenuto anche nel 2016 il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di UPI e di ANCI.

“Sarà dedicata quest’anno al tema dell’accoglienza, dell’integrazione e dell’abbattimento delle barriere, con l’obiettivo di “pulire il mondo anche da tutti quei muri” che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti, di ridisegnare insieme nuovi spazi urbani più sostenibili, innovativi e inclusivi e promuovere il dialogo e lo scambio interculturale per creare reti territoriali tra cittadini di ogni età e provenienza” – così Manuela Cardarelli, Presidente Legambiente Molise” Per questo Puliamo il Mondo coinvolgerà, oltre a tante associazioni presenti sul territorio, anche le comunità dei migranti, i rifugiati politici, le associazioni dedite all’integrazione sociale. Perché un mondo diverso è possibile solo se lo si costruisce insieme.

“Prendersi cura dei luoghi nei quali viviamo” questo lo slogan che caratterizza la comunità di Tufara, piccolo comune del fortorino molisano in provincia di Campobasso. Qualche anno fa alcuni  ragazzi residenti in questo comune, decidevano di rimboccarsi le maniche e fare qualcosa per renderlo “bello” avviando una serie di attività quali il rifacimento delle piazze e dei giardini, la Street –Art con la realizzazione di mosaici e di murales nel centro storico del paese ed infine la realizzazione con segnaletica di una rete di itinerari escursionistici che collegano il paese con gli altri centri limitrofi. E così domenica 25 settembre, Tufara concluderà il proprio percorso estivo 2016 con un evento particolarmente caratteristico, un trekking urbano tra le stradine del borgo per illustrare ai partecipanti cosa è cambiato e come è cambiato. Questo è per il Molise un esempio da considerare ed esportare. La volontà di voler rendere il paese “bello” è sicuramente un vantaggio, non solo in termini turistici, ma anche in termini di vivibilità. Un luogo pulito e ben ordinato porta a vivere meglio e ad amarlo di più.

Diverse saranno le iniziative sul territorio regionale. A partire da Campobasso dove, nella mattina di sabato 24 settembre, in collaborazione con il Comune ed insieme ai migranti ospiti del CAT dell’EDEN, i volontari della Legambiente Molise ripuliranno un sentiero che costeggia la strada di Via Conte Rosso dopo i complessi abitati. Nella stessa mattinata saranno smaltiti, grazie al contributo del consorzio EcoTyre, diverse decine di pneumatici abbandonati. Questa iniziativa verrà replicata anche a Castel del Giudice, in provincia di Isernia. La campagna “Facciamoli sgommare” tesa alla sensibilizzazione, al recupero e al riciclaggio degli pneumatici dismessi, negli ultimi anni ha consentito a diverse amministrazioni comunali molisane di smaltire centinaia di pneumatici abbandonati da cittadini noncuranti del grave danno ambientale prodotto dall’abbandono di tali materiali e forse non consapevoli del danno economico ricadente sull’Ente, e conseguentemente sul contribuente, per i costi di bonifica delle discariche abusive.

Hanno aderito a Puliamo il mondo con varie iniziative sul territorio i comuni di Campobasso, Campomarino, Castel del Giudice, Gambatesa, Limosano, Macchia Valfortore, Macchiagodena, Pietracatella, Sant’Angelo Limosano, Sant’Elia a Pianisi, Riccia, Tufara.

Possibly Related Posts:


0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.