Torna Puliamo il mondo: a Sant’Elia e Cercepiccola si terranno nella giornata di venerdì 27 settembre le manifestazioni di punta per la Provincia di Campobasso

“Diventa protagonista! Diventa il custode del tuo territorio”. È l’invito di questa ventunesima edizione di Puliamo il mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in programma il 27, 28 e 29 settembre. Un week-end green che vedrà anche quest’anno tantissimi volontari impegnati per ripulire e recuperare aree degradate e rendere più belle e vivibili le città della Penisola. Una sfida che da ventuno anni richiama cittadini, amministrazioni e scuole a fare un gesto concreto a favore dell’ambiente.

 

Due le manifestazioni di punta per la Provincia di Campobasso

 

A Cercepiccola si terra venerdì mattina la manifestazione dal titolo “Facciamoli sgommare”.

Il Comune di Cercepiccola, da sempre sensibile ed attivo nella tutela ambientale, ha inteso aderire alla campagna promossa da Legambiente “Puliamo il Mondo”, ed in particolare all’iniziativa “Facciamoli sgommare” coordinata di concerto con il consorzio EcoTyre, tesa alla ripulitura e allo sgombero di pneumatici fuori uso.

L’adesione a tale evento si inserisce come progetto finale di varie iniziative che si sono susseguite negli anni e che hanno visto l’Ente e le scuole impegnati nella ripulitura del territorio con giornate dedicate. Anche al fine di educare e sensibilizzare le giovani leve al giusto riciclaggio dei vari

materiali sono state coinvolte le scuole del territorio che nella mattina del 27 p.v. esporranno i loro lavori sul tema del riciclaggio ed in particolare sugli pneumatici.

Il programma della giornata prevede, inoltre, il coinvolgimento di volontari resisi disponibili alla sistemazione dei pfu su un area di accesso facilitato per il camion che verrà a ritirarli.

Negli ultimi anni l’ente ha raccolto, in aree pubbliche, un ingente quantitativo di pneumatici abbandonati da cittadini incivili non curanti del grave danno ambientale prodotto dall’abbandono di tali materiali e forse non consapevoli del danno economico ricadente sul Comune, e conseguentemente sul contribuente, per i costi di bonifica delle discariche abusive.

Il programma della manifestazione prevede per la mattina di Venerdì alle ore 10,0“ Passami uno pneumatico” – “catena umana” per ubicare i pfu nell’area di raccolta. Alle ore  11,00 l’incontro con le scuole e presentazione dei lavori svolti seguito dall’intervento del Sindaco sul tema del riciclaggio e alle ore 12,00 l’arrivo del camion e conclusione della manifestazione

 

A Sant’Elia a Pianisi si terrà venerdì pomeriggio la manifestazione “Sradichiamo la guerra, piantiamo la pace”

 

Per l’edizione 2013 la Legambiente ha scelto lo slogan “La guerra è sempre sporca, puliamo il  mondo” questo per rinforzare quanto più possibile la pressione contro i massacri e per la pace in Siria, in questo momento così delicato e pericoloso. Per questo il circolo di Campobasso di Legambiente ha scelto come partner dell’evento il comune di Sant’Elia a Pianisi; quest’ultimo, infatti, da sempre ha saputo conciliare al meglio la cura dell’ambiente e la promozione della pace tanto da essere meta della “Marcia della pace” – organizzata dall’Ufficio provinciale per la pace – dalla sua ideazione fino ad oggi.

All’organizzazione dell’evento, oltre all’Amministrazione comunale e all’Istituto scolastico  comprensivo, figura la Gioventù Francescana che svolge molteplici attività fra le quali si distinguono quelle comprese nel settore “Giustizia, Pace e Salvaguardia del creato” volte alla tutela della natura e alla creazione di rapporti basati sulla pace ad ogni livello.

Alla luce di tutto questo venerdì 27 settembre gli alunni della classe quinta della scuola primaria e di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo di Sant’Elia a Pianisi – accompagnati dai familiari e dalle associazioni presenti sul territorio – si ritroveranno alle 15:30 dinanzi la “Fontana della pace”, monumento di valore storico ed affettivo per la comunità santeliana nonché emblema della pace. Dopo un’introduzione sul senso della giornata e una spiegazione storica sul monumento, i ragazzi, divisi in due gruppi e ‘armati’ di palette e guanti, puliranno piccoli pezzi di mondo rappresentati in questo caso da due villette e un viale. Segno tangibile del loro lavoro saranno alcune piantine che verranno piantate a testimonianza del fatto che solo dove pulizia e pace coesitono si possono gettare basi solide per la nascita di nuove vite e nuovi rapporti che guardino con fiducia al futuro. La manifestazione, infine, si concluderà presso il Convento dei frati cappuccini con i saluti del padre superiore e del parroco.

Possibly Related Posts:


0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.