Voler bene all’Italia 2009

poster-legambiented-a4

vbi_molise

I Piccoli Comuni del Molise sono vicini all’Abruzzo: Legambiente propone il gemellaggio della Piccola Grande Italia con le zone terremotate
Un futuro per i piccoli comuni dell’Abruzzo. Sarà questo lo slogan di Legambiente domenica 19 aprile per l’appuntamento di Voler bene all’Italia, la festa dei italiani con meno di 5.000 abitanti, da Legambiente con la collaborazione di Enel Green Power, insieme a un vasto comitato promotore di associazioni ed enti.
Una giornata corale, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica in cui migliaia di borghi valorizzeranno le eccellenze della propria terra, i prodotti tipici, le tradizioni, le culture in un mix di identità e territorio, di innovazione e qualità che è alla base del successo di tante realtà territoriali minori. incontro in piazza all’insegna delle tradizioni, dei sapori, del folklore e della musica, ma anche un’occasione per valorizzare i tesori di tante realtà territoriali, le coltivazioni agricole tradizionali, i mestieri e i saperi tramandati alle nuove generazioni. Una giornata durante la quale la Piccola Grande Italia sceglie di essere vicina alle zone terremotate dell’Abruzzo, adottando i piccoli comuni colpiti.
Come ogni anno la nostra associazione punta a valorizzare in particolare alcuni piccoli Comuni, ma come si sa in Molise c’è solo l’imbarazzo della scelta, perché non solo i comuni al di sotto di 5000 abitanti sono tantissimi, ma sono tutti borghi belli, ben conservati e caratteristici, per cui ogni piccola comunità vanta tradizioni particolarissime. La nostra aspirazione è quella di poter arrivare ad una adesione corale di tutti i paesi di questa Piccola grande regione, ad una rete di tradizione di cultura, di arte, che renda inconfondibile il Molise nel Mondo. Quest’anno però il valore che imprimiamo alla giornata della Piccola Grande Italia, è quello della solidarietà verso le popolazioni dell’Abruzzo, Regione sorella del Molise, e per questo ci mettiamo a disposizione del Dipartimento regionale di Protezione civile e del nostro nazionale, per prestare la nostra opera anche quando, passata l’emergenza, si tratterà di riavviare la normalità della vita, e invitiamo i comuni molisani ad avviare gemellaggi con i piccoli comuni abruzzesi colpiti dal terremoto.
L’anteprima di Voler Bene all’Italia sarà venerdì 17 aprile con “Piccoli Comuni Grande scuola”, una giornata in cui entreranno in scena le scuole dei piccoli comuni italiani per difendere, in un periodo di politiche incerte e tagli all’istruzione, il diritto di ogni bambino ad avere un istituto di qualità, anche nelle aree marginali, in montagna e nelle piccole isole. I piccoli studenti diventeranno così per un giorno ciceroni delle bellezze, della storia e delle bontà del proprio borgo, per testimoniare il valore culturale e sociale della scuola per le piccole comunità.
A fianco di Legambiente e dei comuni, Enel Green Power, la nuova società di Enel per lo sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia e all’estero che, con 17 miliardi di chilowattora prodotti da acqua, sole, vento e calore della terra, è il primo operatore di settore a livello mondiale per capacità produttiva. “Un’energia a zero emissioni’ capace di soddisfare i consumi di 6,5 milioni di famiglie e di evitare così ogni anno l’emissione in atmosfera di 13 milioni di tonnellate di CO2. Le risorse disponibili, i costi tecnologici, le politiche di incentivazione, la semplificazione degli iter autorizzativi, la vivacità dell’industria collegata e anche lo stimolo proveniente dal consumatore-cittadino nel desiderare un mix energetico più sostenibile, sono i maggiori volani dell’energia “pulita” che è una delle principali leve per ridurre nel mondo i rischi di mutamento climatico e aumentare anche nel nostro Paese la sicurezza ambientale e degli approvvigionamenti. L’esempio dei piccoli comuni che testimoniano oggi sono il modello sostenibile al quale puntare”.
La collaborazione di Enel Green Power con Legambiente in Voler Bene all’Italia – attraverso una campagna di informazione sull’uso intelligente delle risorse per valorizzare i piccoli comuni italiani anche grazie all’energia rinnovabile – sottolinea l’impegno dell’azienda in favore dell’ambiente e delle fonti rinnovabili, strumento fondamentale per la sostenibilità del sistema produttivo, la sicurezza degli approvvigionamenti energetici e la protezione del pianeta.
Il 19 aprile sarà la giornata dell’Italia dei saperi e dei sapori, ma anche quella dell’innovazione. In Italia i piccoli comuni rappresentano il 72% degli oltre 8000 comuni italiani, sparsi per il 55% del territorio nazionale e con un numero di abitanti non superiore alle 5mila unità. in queste realtà nascono economie sostenibili e avanzate, fondate su tradizioni e saperi antichi, ma anche innovazione tecnologica e sperimentazione. Nel 99,5% dei piccoli comuni si trovano prodotti tipici certificati: qui vengono prodotti il 93% delle dop e degli igp, accanto al 79% dei vini più pregiati. Accanto ai saperi e ai sapori molti di loro hanno scelto il futuro e l’ambiente, sostenendo le energie rinnovabili, le economie verdi, il riciclo dei rifiuti, l’innovazione tecnologica e la banda larga. a politiche che puntano su risparmio energetico e riciclo dei rifiuti e che investono sulle rinnovabili, i piccoli comuni sono spesso esempi avanzati di buon governo del territorio e di sviluppo ecosostenibile: il 68% dei comuni usa energia prodotta con fonti rinnovabili e quasi la metà sono comuni di piccole dimensioni. Solo in 245 comuni è presente un impianto eolico, di questi il 68,5% è rappresentato dai piccoli comuni. non sono pochi quelli che sono riusciti a fare scuola alle metropoli, trovando strade e soluzioni creative.L’invito ora è di andarli a visitare il 19 aprile in una grande giornata di festa, ’occasione per valorizzare insieme ai tesori architettonici dei nostri borghi, i sapori delle coltivazioni agricole di sempre, le produzioni di qualità, i mestieri e i saperi tramandati alle nuove generazioni. Per sostenere con orgoglio l’importante contributo di queste comunità alla storia, all’identità e al futuro del Paese.
Invitiamo tutti a visitare i Borghi del Piccolo Grande Molise, che hanno aderito all’iniziativa: i comuni di punta di quest’anno sono San Biase, Borgo della Tintiglia, grazie alla presenza di Marco Giagnacovo, un giovane e lungimirante imprenditore e alla competenza di Michele Tanno; Toro, che punta al risparmio e all’autosufficienza nel campo dell’energia da fonti rinnovabili; ma accanto ad essi ci sono anche: Matrice, che vi dà appuntamento a S. Maria della Strada, Pietracatella, Montecilfone, Chiauci, che dedica la giornata alla cultura con un convegno dedicato a Lina Pietravalle, Filignano, che ha da poco inaugurato un impianto fotovoltaico, Castel del Giudice, che detiene la palma della coltivazione delle mele biologiche e che è ormai un eccellente modello di crescita economica nella nostra regione…e tanti tanti altri che trovate sul sito www.piccolagrandeitalia.it.


Possibly Related Posts:


0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.